Le panchine

La panchina, usata solitamente negli spazi pubblici, può essere collocata anche nei giardini privati con ottimi risultati. In questi casi la funzione non sarà tanto quella di punto di riposo quanto un invito a un rigenerante momento di relax in mezzo al verde o un pratico accorgimento per valorizzare una certa zona del giardino. Svariate sono le forme delle panchine tra cui poter scegliere, dalle più tradizionali alle più stravaganti, realizzate per lo più in pietra o ferro.
Lungo un vialetto isolata in mezzo ad un bel prato, la sua ubicazone non deve essere mai casuale ma studiata in modo da rendere la panchina particolarmente allettante. L’ombra di un albero secolare, una posizione fresca o panoramica e suggestiva possono essere alcuni suggerimenti validi ma ogni caso va valutato sempre in relazione alle necessità e al contesto ambientale in cui deve essere inserita, che deve essere sempre rispettato e valorizzato nelle sue caratteristiche fisiche e morfologiche.
In un giardino privato naturalmente non è necessario creare ampi viali ricchi di panchine ma è sufficiente predisporre un sedile nel punto giusto.
Spesso è possibile sfruttare elementi naturali preesistenti quali muretti o parapetti, se sufficientemente larghi, per realizzare panche originali ed inserite nell’ambiente in maniera armoniosa. I materiali scelti contribuiscono lo stile del design delle panchine, infatti come il legno grezzo dona sempre un’atmosfera un po’ rustica, così il ferro battuto evoca romantici giardini vittoriani. Ultimamente utilizzato molto anche per questi arredi d’esterno e con ottimi risultati, il legno teak e si abbinano diversi materiali per ottenere soluzioni particolari.