Un laghetto artificiale per il giardino

laghetto artificiale
Piacciono a grandi e piccini e ci stupiscono ogni volta che passeggiamo in un parco cittadino o nel giardino di qualche villa d’epoca. I laghetti artificiali, spesso abitati da pesciolini e piante acquatiche, non sono però una prerogativa degli spazi pubblici o dei palazzi gentilizi.

Negli ultimi tempi questi complementi d’arredo per esterni stanno riscuotendo un notevole successo tra gli amanti del giardinaggio e della cura degli ambienti della casa situati all’aperto.

I più richiesti tra gli stagni artificiali da giardino sono quelli “selvaggi”, dall’aspetto fintamente trasandato e naturale ma anche quelli dotati di scivolo e cascate, dove poter fare un tuffo ogni tanto, quando la calura inizia a farsi sentire.

Una volta che l’area prestabilita è stata scelta, si procederà allo scavo, fatto a varie profondità in modo da ottenere un dislivello tra la parte centrale e quella più esterna. Un cerchio di sassi delimiterà il contorno del laghetto, eccetto nella zona della cascata, se presente.

Una volta pronto e riempito di acqua, il laghetto potrà ospitare, se lo desiderate, piante e fiori (come Elodea Canadensis, la Lemna, il Cerathophillum Submersum, la Felce d’acqua, il Myrophillum, l’Hottonia palustris) oppure animali (come pesci e piccoli anfibi). E tutto intorno si può allestire lo spazio con diversi complementi d’arredo moderni oppure classici, secondo il proprio gusto personale, dai vasi alle sedie e tavoli all’illuminazione più adatta magari a creare un’atmosfera tutta particolare per il proprio giardino!