Le Aiuole tra Viali e Muretti

Le aiuole sono molto importanti, non solo per l’effetto scenografico del verde, ma anche perché possono delimitare gli spazi perimetrali che circondano il giardino. Le aiuole introducono note di colore e di volume, senza trascurare la loro funzione di arricchimento floreale e arboreo. Prima di pensare a collocare i fiori in giardino, bisogna fare un accurato progetto di quelle che saranno le zone destinate al relax, al passaggio, quelle di sfondo e di bellezza. In base alla destinazione d’uso delle vari parti del giardino si sceglieranno i materiali con cui realizzare le bordure dei vialetti e delle aiuole. Siepi fiorite se si vorranno creare zone ben suddivise, mattoncini di cotto per le bordure basse, muretti in pietra per le bordure o muretti fioriti.
Il giardino, durante la bella stagione, permette di passare molto tempo all’aria aperta, supplendo sotto molto aspetti alle funzioni del soggiorno e della sala da pranzo. L’aiuola in questo caso, serve a delimitare lo spazio esterno dove si vorrà collocare l’angolo soggiorno, l’angolo pranzo, valorizzare viali e vialetti. Per dare una sensazione di continuità all’aperto è importante che i materiali di costruzione delle bordure che si vorranno adoperare siano simili a quelli della realizzazione dell’abitazione. Lo spazio atto a questo compito dovrà essere delimitato con una bordura bassa, in modo che l’ingombro della massa floreale non interrompa la visione globale del panorama (a meno che non lo si voglia nascondere), ma allo stesso tempo delimiti chiaramente questo spazio abitativo. I viali sono fondamentali mezzi di comunicazione e di decorazione per un giardino; i viali curvilinei si prestano di più per un giardino informale , mentre quelli a linea retta si armonizzano di più ad una planimetria classica. Qualsiasi sia il genere dei viali, per rendere più morbido il loro tracciatosi dovranno rivestire i bordi con piante basse permanenti; quelli che si prestano maggiormente a questo compito sono: Alyssum, Arabis, Erica, Cerastium, Diantus deltoides, Plumarius e Neglectus, Iberis Nepta e Sedum, che fioriranno in successione dalla primavera all’autunno.