Girasoli in giardino

Girasoli nel giardino
I girasoli possono illuminare qualsiasi angolo di giardino. Fin dai tempi antichi si ammira questa pianta e non solo per il suo aspetto estetico; il girasole era collocato alla stregua del mais, delle patate, della farina di frumento.

Il girasole è una pianta nativa americana a lungo coltivata e migliorata dagli antichi indiani, e i loro sforzi sono stati tramandati a noi, per il nostro giardino moderno. Gli Indiani d’America ne hanno fatto un pasto, dal seme hanno estratto un prezioso olio commestibile, di ciò che rimaneva hanno ottenuto un prezioso foraggio per gli animali, dai petali pestate hanno estratto un colorante giallo, con le fibre degli steli sono riusciti a tessere un panno quasi sottile come la seta, con il fogliame hanno nutrito i suoi animali.

Probabilmente il girasole era più importante di qualsiasi altra pianta. La capacità del girasole di resistere alla siccità lo ha reso unico.

Il girasole è facile da coltivare. Prospera facilmente se ha spazio, drenaggio del terreno e tanto sole.

Coltivazione e cura del girasole

Come appena accennato, coltivare dei girasoli in giardino è piuttosto semplice e non necessita di particolari competenze di giardinaggio. Nonostante questo però, come per la cura di qualsiasi pianta, è necessario seguire delle regole ben precise.

Il girasole va piantato in porzioni di giardino molto soleggiate e i terreni ben drenati. La semina si effettua verso aprile e può essere fatta direttamente nel terreno o in piccoli vasetti. La semina in vaso è molto facile da gestire e da controllare. Una volta che la pianta avrà raggiunto i 15-20 cm di altezza si può trapiantare nel terreno; il trapianto è estremamente semplice, l’importante è non aspettare che diventino più grandi dei 20 cm, non amano essere spostate quando raggiungono dimensioni più grandi.

Se vogliamo far crescere i girasoli direttamente nel terreno occorre fare delle buche a 15 cm. di distanza l’una dall’altra, ponendo 4-5 semi. Quando cresceranno bisognerà scegliere solo una pianta per buca, sarà facile capire quale sia la più robusta e sana.

Una volta cresciuti dobbiamo avere l’accortezza di annaffiare costantemente senza esagerare e senza far ristagnare l’acqua. I girasoli crescono velocemente, quasi sotto gli occhi; aiutiamoli con un paletto di legno o con una canna per mantenerli ber eretti. Il momento della fioritura dei girasoli si ha ad agosto.

Attenzione,i girasoli possono avere funghi, muffe e parassiti come nemici. La ruggine provoca l’ingiallimento delle foglie e la muffa grigia, con la sua spessa patina grigiastra, porta al totale appassimento. Tra i parassiti del girasole, invece, quelli più pericolosi sono i cosiddetti fitofagi, i quali si nutrono di tessuti e liquidi interni della pianta. In caso si riscontrano queste problematiche, in commercio ci sono appositi trattamenti atti a debellare parassiti, funghi e muffe dei girasoli.